Tutto comincerà con la partenza di un razzo dalle sabbie rosse di Marte. Da decenni inseguiamo robot cosmici che volano e sbarcano nei vuoti panorami marziani. Ora si prepara una nuova sfida a lungo sognata e finalmente permessa dalla tecnologia: il ritorno sulla Terra di un campione prelevato dal suolo. Nasa ed Esa sono già al lavoro……

Leggi l’articolo su corriereinnovazione.it                           clicca qui