Procedono spediti i lavori per il Tempest, il caccia di sesta generazione che vede a bordo Regno Unito, Italia e Svezia. In attesa di capire se (e come) il progetto convergerà con quello franco-tedesco, le attività proseguono su una serrata tabella di marcia che punta all’entrata in servizio del velivolo nel 2035. L’ultima novità arriva……

leggi l’ articolo su airpressonline                           clicca qui