L’Esa guarda a un nuovo accordo con l’Unione Europea. Dopo i risultati positivi del Consiglio Ministeriale che ha permesso all’agenzia di ottenere finanziare i propri programmi per i prossimi tre anni, l’Esa deve confrontarsi con l’Ue sulla condivisione dei costi su programmi come Copernicus e Galileo. Esa e Unione……

Leggi l’ articolo su globalscience.it                          clicca qui