L’Aeronautica militare italiana segna nell’ambito del programma Joint Strike Fighter un nuovo primato. È la prima Forza armata ad aver impiegato insieme, in missione addestrativa, un F-35 in versione convenzionale e uno a decollo corto e atterraggio, entrambi nel “beast mode”, ovvero equipaggiati con armamento esterno e interno, al massimo del peso (e del potenziale deterrente) possibile……

Leggi l’articolo su formiche.net                   clicca qui