Il garante britannico ha multato la compagnia per una cifra pari all’1,5% del fatturato dopo l’attacco hacker dello scorso anno, che portò nelle mani dei criminali informatici i dati delle carte di credito di 380mila clienti. L’accusa è di aver violato le prescrizioni del regolamento Ue…..

leggi l’ articolo su corrierecomunicazioni.it    clicca qui