Un ruolo più centrale dell’Europa nel campo della ricerca aerospaziale, rafforzando il dialogo con Stati Uniti e Cina, una nuova selezione di astronauti, le missioni Artemis sulla Luna, l’osservazione della Terra, Exomars 2022, un avvistamento a lunga gittata sull’impatto della Space economy sull’economia globale. Sono solo alcune delle voci nell’agenda del nuovo direttore generale dell’Agenzia spaziale europea (Esa) che sarà in carica dal luglio 2021,……

Leggi l’articolo su askanews.it                           clicca qui