A partire dal 2025, 131269 antenne osserveranno il cielo, spazzando la banda radio per fare breccia di scoperte in diversi settori dell’astronomia. Per la precisione, ben 131072 antenne logperiodiche (simili a quelle televisive) in Australia lavoreranno nelle onde radio di bassa frequenza (da 50 a 350 MHz)……

Leggi l’articolo su media.inaf.it                              clicca qui