Cluster tecnologico nazionale aerospazio

Roadmap

Il CTNA ha il compito di sviluppare e rendersi portavoce di un’unica vision italiana per il settore aerospazio.

Il CTNA fa propri gli obiettivi strategici definiti da ACARE Italia e ASI, al fine di essere coerente ed allineato alle aspettative degli stakeholder nazionali.

Al fine di rendere l’iniziativa del cluster tecnologico nazionale funzionale ad implementare la vision aerospaziale nazionale, oltre a quelli di ACARE Italia e ASI, il CTNA intende perseguire i seguenti obiettivi strategici:

Z

Sicurezza

sia rispetto alle minacce fisiche sia a quelle cyber e alla gestione delle emergenze attraverso l’automazione funzioni critiche e l’implementazione di sistemi di supporto decisionale al pilota

Z

Eco-compatibilità

la riduzione dell’impatto ambientale nell’intero ciclo di vita, da perseguire attraverso architetture propulsive ibride/elettriche, materiali e processi a ridotto consumo di energia e una gestione evoluta della manutenzione

Z

Competitività

sia in termini di innovazione (es. piattaforme all-electric e unmanned) sia in termini di riduzione costi attraverso l’aumento della qualità e applicazione di tecniche produttive innovative

Z

Tecnologie abilitanti

Sviluppo di tecnologie abilitanti a supporto delle priorità spaziali del paese e della space economy

Z

Prodotti e servizi innovativi “abilitati”

Sviluppo della catena del valore che dalla ricerca, sviluppo e realizzazione delle infrastrutture spaziali abilitanti, il cosiddetto Upstream, giunge alla generazione di prodotti e servizi innovativi “abilitati”, il downstream (servizi di telecomunicazioni, di geo informazione, di navigazione e posizionamento, di monitoraggio ambientale previsione meteo, etc.)

Per migliorare il posizionamento internazionale e la competitività del settore aeronautico italiano è necessario un forte impegno in ricerca ed innovazione per lo sviluppo di tecnologie avanzate ed abilitanti trasversali alle diverse aree del settore aeronautico. Il settore spaziale è molto particolare perché i temi e le priorità della ricerca scientifica sono individuati a livello mondiale, attraverso un intenso scambio di idee e il lavoro congiunto dei ricercatori di tutto il mondo. Nessuna agenzia spaziale nazionale può prescindere nelle sue scelte da questa evidenza. Inoltre, lo sviluppo della ricerca spaziale comporta la realizzazione di missioni di elevato profilo, costo e complessità, capaci di produrre moli considerevoli di dati, per la cui elaborazione è imprescindibile il concorso di numerosi settori multidisciplinari, in grado di coinvolgere diverse aree della comunità scientifica.

Le direttrici di sviluppo identificate dal CTNA sono:

  • Aerostrutture: costruzione di parti strutturali e/o integrazione di velivoli ad ala fissa o mobile, manned o unmanned
  • Propulsione e gestione dell’energia: motori, sistemi di generazione e distribuzione dell’energia, sistemi a fluido, sistemi elettrici
  • Sistemi di bordo e impianti: avionica, attuazione, sensori, controlli, impianti di cabina
  • Gestione del traffico aereo: tecnologie ATM e UTM sia del segmento terra che di volo
  • Gestione del ciclo di vita del prodotto: dal procurement alla manutenzione
  • Processi industriali: PLM, processi costruttivi,
  • Telecomunicazioni: a banda larga per servizi innovativi ed architetture di piattaforma e di payload di nuova generazione
  • Osservazione della Terra: tecnologie radar ed iperspettrali per di servizi ad alto contenuto di informazione, architetture di piattaforma e di payload per future costellazioni satellitari inclusi mini e micro satelliti
  • Accesso allo spazio: tecnologie per lanciatori suborbitali, orbitali e deep space
  • Esplorazione dello spazio: tecnologie per l’esplorazione umana e robotica e l’abitabilità dello spazio e dei corpi celesti

Una volta costruito il portafoglio di proposte progettuali, il CTNA ritiene necessaria la mappatura di tale portafoglio in una vera e propria roadmap tecnologica con orizzonte temporale 2019-2022.

L’approccio collaborativo nella definizione delle roadmap tecnologiche permette di raggiungere diversi obiettivi:

  • allineare la strategia complessiva agli obiettivi europei, visto che oggi i fondi stanziati a livello comunitario sono una delle fonti di finanziamento principali:
  • individuare e perseguire in primo luogo le priorità nazionali;
  • integrare al maggior livello di dettaglio possibile le variegate esigenze dei portatori di interesse;
  • sfruttare al meglio le sinergie per amplificare le eccellenze italiane rivolgendole efficacemente al mercato;
  • migliorare le relazioni tra gli attori aerospaziali convogliandone gli sforzi su obiettivi comuni.

Soci

Gli iscritti all'associazione del CTNA