English EN Italian IT
CONFERENCE “DEFENCE SKILLS AND DUAL USE TECHNOLOGIES. The role of regions and the European Structural and Investment Funds”

CONFERENCE “DEFENCE SKILLS AND DUAL USE TECHNOLOGIES. The role of regions and the European Structural and Investment Funds”

Egregi,

il 14 e 15 novembre prossimi, presso la Scuola Specialisti dell’Aeronautica di Caserta, si terrà un imperdibile evento organizzato dalla Commissione Europea – DG Grow congiuntamente con il  Distretto Aerospaziale della Campania – DAC, dal titolo “Defence skills and Dual Use Technologies” – Il ruolo delle regioni e dei fondi strutturali e di investimento europei”. L’appuntamento, che si svolge nell’ambito dell’European Network of Defence-related Regions, accenderà i riflettori sui fondi strutturali e di investimento europei e sul modo in cui questi possano contribuire a raggiungere gli obiettivi di Difesa. Saranno presenti aziende, cluster, autorità nazionali e regionali e università per discutere le azioni a sostegno delle tecnologie e delle competenze per l’industria della Difesa Europea nel quadro del Fondo europeo per la difesa (compreso il Programma Europeo di Sviluppo Industriale per la Difesa). Tale iniziativa rappresenta un’importantissima occasione per presentare e approfondire gli aspetti legati alle opportunità di avviare nuovi progetti nazionali ed europei e immaginare nuovi partenariati di sviluppo e industriali.

Per tutti questi motivi, vi invitiamo a non mancare.. Ulteriori informazioni sono disponibili al seguente link

Cordiali saluti.

Luigi Carrino

CONFERENCE “DEFENCE SKILLS AND DUAL USE TECHNOLOGIES.

The role of regions and the European Structural and Investment Funds” – Air Force Specialists Schools, Caserta, Italy, 14-15 November 2019

The event, co-organised by the European Commission and the Campania Aerospace District, will bring together companies, clusters, national & regional authorities and academia to discuss actions in support of technologies and skills for Europe’s defence industry in the framework of the European Defence Fund (including European Defence Industrial Development Programme) and how the European Structural & Investment Funds could contribute to this. Topics will include: (i) Space Situational Awareness (SSA) and early warning capabilities; (ii) Robotics and autonomous UAS capabilities in non-segregated operational environment, including high speed systems and safe medical evacuation; (iii) Innovative aerial image and videos processing systems through hyperspectral imaging; (iv) Counter-UAS capability based on mini-UAS swarms; (v) Intelligent, dynamic and robust control of the quality of service in hybrid satellite-terrestrial telecommunication networks, including communications for UAVs in beyond line-of-sight applications.

The event takes place in the framework of the European Network of Defence-related Regions.

For inquiries, contact: edsp-conference2019@daccampania.com

Programme

Registration

Venue and Travel info’s

Accomodation info’s

 

 

 

2020 IEEE Radar Conference – Renaissance meets advancing technology

2020 IEEE Radar Conference – Renaissance meets advancing technology

Florence, Italy / September, 21-25, 2020 Palazzo dei Congressi / Palazzo degli Affari

Renaissance meets advancing technology

IEEE RadarConf 20 is coming! 

The IEEE Radar Conference is considered the most important scientific conference in the world in the field of radar technology. It represents an invaluable occasion to get in touch with the worldwide leaders of research and to foster collaborations among industry, academia, and research centers.

Honorary Chair: Alfonso Farina (Consultant, Leonardo SpA)

General co-Chairs: Fulvio Gini and Maria S. Greco (University of Pisa)

Technical Program co-Chairs: Antonio De Maio (University of Naples “Federico II”), 

and Pierfrancesco Lombardo (University of Rome “Sapienza”)

Download pdf: IEEE-RADAR-CONFERENCE-2020-flyer

Nuova commessa al DASS – Distretto AeroSpaziale della Sardegna – da Avio SpA

Nuova commessa al DASS – Distretto AeroSpaziale della Sardegna – da Avio SpA

Il DASS ha ricevuto dal socio Avio una nuova commessa che riguarda lo sviluppo di un processo innovativo di produzione di materiali compositi carbonio/carbonio mediante tecnologia SPS – Spark Plasma Sintering. Tali materiali trovano applicazione nella realizzazione degli ugelli per i motori a propellente solido dei lanciatori della famiglia VEGAVettore Europeo di Generazione Avanzata – utilizzati per la messa in orbita di satelliti e giocano un ruolo cruciale in termini di resistenza alle velocità, agli stress di taglio, al flusso di massa, alla pressione, alla temperatura e alla composizione chimica dei gas che si sviluppano durante la combustione. L’SPS è una tecnologia di sinterizzazione assistita da corrente elettrica che consente la densificazione o il consolidamento a elevate temperature dei precursori sotto forma di polveri del materiale desiderato con conseguente raggiungimento dei livelli di porosità interstiziale necessari a molteplici applicazioni non solo nel settore aerospaziale. “Il distretto – specifica il Presidente Giacomo Cao – è particolarmente orgoglioso di ricevere questa commessa da Avio, azienda leader a livello mondiale nella propulsione spaziale. Si tratta di un importante occasione che consente di coinvolgere i soci Innovative Materials Srl e l’Università di Cagliari che detengono rispettivamente, sotto il profilo tecnologico e scientifico, una conclamata competenza sulla tecnologia SPS riconosciuta a livello internazionale”. “Dopo aver contribuito in modo significativo alla crescita del settore aerospaziale in Sardegna attraendo nei primi sei anni di vita investimenti per oltre 50 milioni di euro e aziende del calibro di Avio e Airbus – prosegue il Presidente Cao – il distretto porta avanti senza sosta la propria attività che potrebbe essere ancora più efficace se potesse fruire di idonea sede di rappresentanza nella città di Cagliari, messa auspicabilmente a disposizione per esempio dai soggetti pubblici che in modo diretto o indiretto partecipano alla compagine societaria e che potrebbero in tal modo godere di un ritorno di immagine molto positivo”.

Per maggiori informazioni si prega utilizzare i seguenti contatti:

cell. 3474362804, e-mail info@dassardegna.eu

Spazio allo spazio

Spazio allo spazio

Da lunedì 14 a venerdì 18 ottobre 2019, dalle ore 10 presso l’Aula polifunzionale della Scuola di Ingegneria aerospaziale, si terrà la manifestazione “Spazio allo spazio”, organizzata con il contributo della Regione Lazio. L’evento prevede giornate informative con workshop e interventi di esperti, rivolte principalmente alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado. Nella giornata di giovedì si terrà la premiazione del progetto museo del Liceo Artistico Statale Ripetta, mentre venerdì la manifestazione si concluderà con il seminario tecnico dal titolo “Accesso e sfruttamento dello spazio stratosferico: gli Haps”, co-organizzato dalla Commissione Aerospazio dell’Ordine degli Ingegneri del Comune di Roma e dalla Scuola di Ingegneria aerospaziale.

Programma: : https://news.uniroma1.it/sites/default/files/_apm_files/locandina%20newsletter%20Sapienza%20Spazio%20allo%20Spazio%2070×100.pdf

Patto per la ricerca

Patto per la ricerca

Patto per la ricerca

Rafforzare la collaborazione tra università, istituzioni AFAM, enti pubblici di ricerca ed imprese per rilanciare l’economia italiana in chiave sostenibile

 

SAVE THE DATE

23 Ottobre 2019 ore 9.30

Sala della Regina, Camera dei Deputati, Piazza di Montecitorio 1, Roma

 

La politica economica degli ultimi trent’anni in Italia non ha saputo cogliere l’importanza della ricerca (pubblica e privata) come volano d’innovazione e sviluppo, nonostante i rapporti di istituzioni internazionali, della Commissione Europea e di molti autorevoli economisti. Questo ha contribuito a rendere il Paese meno resiliente di fronte alle sfide contemporanee, dalle mutazioni economiche a quelle tecnologiche, dai cambiamenti climatici alla riconversione industriale in chiave sostenibile, condannando l’Italia ad una serie di stagnazioni e recessioni, oltre che al rallentamento della produttività e dello sviluppo culturale e sociale, con la prospettiva sempre più concreta che s’inneschi un percorso di declino.

Il futuro dello sviluppo deve essere declinato in accordo con criteri di sostenibilità sociale, ambientale ed economica. Questo significa ripensare il modello di produzione e consumo di beni e servizi. I prossimi decenni vedranno sempre di più il passaggio da un modello industriale ‘pesante’ ad un modello industriale ‘pensante’.

 

Alla luce di tutto ciò, proponiamo di collocare il tema della ricerca pubblica e privata al centro di una nuova politica industriale ed economica ancorata ai principi dello sviluppo sostenibile. In questa strategia, le università, le istituzioni dell’alta formazione creativa (AFAM), gli enti pubblici di ricerca e le imprese avranno un ruolo chiave per la loro capacità di produrre soluzioni, sviluppare innovazione e migliorare la produttività, governando (e non più subendo) le dinamiche del presente e del futuro.

 

Il «Patto per la Ricerca» che inviteremo tutti a sottoscrivere, è solo il primo passo di una collaborazione che speriamo riesca sempre più profonda.

 

 

 

RSVP cerimoniale.ministro@istruzione.it entro il 16 Ottobre 2019.